end of the world party 


Con “A sud del confine, a ovest del sole”, “The rules of attraction” e’ un taglio lucido ed essenziale sul perché l’esistenza sia polvere tra due istanti di nulla. Polvere preziosa come la nostra capacita sconfinata di farci illudere. Piccoli, insignificanti ego. Compulsivi di malia.Ho smesso di osservare le persone, e di ascoltarle.

Cerco la pioggia mentre corro, il freddo sui sentieri, il vuoto in seggiovia. Mi lascio cullare da ipotesi di polvere e dalla terra che grassa mi offre una foglia generosa.

Le mie parole sono scarabocchi sul muro, il tuo malumore graffi che rimestano acque immobili. Lascio che le mie mani giochino con compagni di strada tutt’altro che improvvisati. Ringrazio la divinità superiore che ha inventato il pilates ed il pianoforte.

Avrei voluto dirti molto di più. Ma capisco che ogni esistenza ha perimetri da rispettare, malgrado noi stessi.

Il mio timo, nel frattempo, ha deciso di virare verso il mare.

Galliziolab, aprile 2015

Advertisements
end of the world party 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s